CAT | ESP | ENG | ITA

Reti

RETE CATALANA

Manresa promuove una rete di comuni ed enti che promuovono il Cammino Ignaziano con un occhio al 2022.

L'obiettivo è strutturare una rete di comuni attraverso cui passa questo itinerario unico al fine di trasformare il Camino di Sant’Ignazio in un itinerario culturale europeo e potere così accedere a fondi europei che ne consentano la promozione in vista del 2022.

L'accordo di cooperazione per la promozione del Cammino Ingaziano è stato firmato il 30 aprile 2015, in un incontro nella Paeria de Cervera, da Manresa e sette comuni del tratto catalano della strada che unisce Loyola, nei Paesi Baschi, e Manresa passando per La Rioja, Navarra e Aragona.

Era firmato, oltre a Manresa, Bellpuig, Castellolí, Castellbell i el Vilar, Cervera, Igualada, Ribera d'Ondara e Verdú. L'accordo è stato firmato anche dal direttore generale dell'Ufficio del Cammino Ignaziano, Josep Lluís Iriberri; e il direttore della Fundació Cova Sant Ignasi, Ramon Sanllehí. D'ora in poi si aggiungeranno i comuni di Azpeitia, Alcarràs, Castellgalí, Castellnou de Seana, el Bruc, Jorba, Lleida, Palau de Anglesola, Tàrrega e Veciana. E anche il Patronat de la Muntanya de Montserrat e ARSA, la società di gestione del monastero di Montserrat.

Promuovere il percorso e ottenere fondi europei

L'accordo racchiude la vocazione dei comuni e degli enti che lo firmano a unire le forze per promuovere e valorizzare un itinerario culturale e turistico incentrato sul percorso che Sant’Ignazio percorse nel 1522, tra i comuni di Loyola e Manresa –il cosidetto Cammino Ignaziano- attraverso un'azione congiunta di difesa e promozione delle rispettive risorse turistiche, storiche, culturali ed economiche.

A tal fine, è prevista la creazione di un'associazione per strutturare una rete di cooperazione tra comuni e altri enti attorno al Cammino Ignaziano, con la prospettiva di un futuro ampliamento verso un possibile Percorso Ignaziano Europeo.

Le principali attività della rete di cooperazione saranno, secondo l'accordo, le seguenti:

  • Promuovere lo sviluppo del Cammino Ignazianao come prodotto turistico e collegamento culturale ed economico tra le città, i comuni, le istituzioni e le organizzazioni della rete e il resto delle esigenze turistiche e culturali internazionali.
  • Proporre attività per fornire al Cammino Ignaziano di contenuti concreti che permettano lo sviluppo di prodotti turistici e relazioni culturali, così come strategie per consolidare, promuovere e finanziare le azioni della rete di cooperazione.
  • Diffondere adeguatamente le attività turistiche e culturali svolte intorno al Cammino Ignaziano.
  • Cercare e analizzare fonti di finanziamento pubbliche e / o private e chiedere sovvenzioni - con particolare attenzione ai fondi europei - per finanziare lo sviluppo del Cammino Ignaziano.
  • Partecipare e collaborare attivamente allo sviluppo di iniziative in città, comuni e regioni che contribuiscono a un maggiore potenziale  del Cammino Ignaziano.
  • Fare proposte per identificare, inventariare risorse, creare prodotti turistici e culturali, organizzare la loro diffusione e distribuzione, con la fornitura necessaria di trasporto, alloggio, gastronomia e attività per promuovere il Cammino Ignaziano.
  • Promuovere l'integrazione nella rete del resto delle città, comuni, istituzioni e organizzazioni del Cammino, come punto di incontro e riflessione.
  • Mantenere un flusso stabile di informazioni sul Cammino Ignaziano tra le città, i comuni, le istituzioni e le organizzazioni che la compongono, per ottenere la necessaria coesione e partecipazione di tutti i suoi membri.
  • Organizzare ed eseguire attività di marketing turistico intorno ai prodotti turistici esistenti e futuri del Cammino Ignaziano.

AZPEITIA-MANRESA

I muinicipi di Manresa e Azpeitia, capoluoghi del Cammino Ignaziano, si sono incontrati nell'aprile 2018 a Luceni (cittadina che ha parte anche del Cammino) in un incontro tecnico nell'ambito del progetto Manresa2022.

Entrambi i municipi hanno condiviso le diverse azioni che vengono svolte nelle città intorno al Cammino Ignaziano. Si è parlato dell'organizzazione di possibili pacchetti turistici e di azioni sportive congiunte, cosí come del focus del ciclo musicale Sons del Camí. È stato inoltre evidenziato il premio EDEN che la città di Azpeitia ha recentemente ricevuto e le possibili azioni durante i prossimi anni 2021-2022, quando saranno trascorsi 500 anni dall'arrivo di Ignazio de Loyola nella capitale di Bages.

Un altro tema che è stato messo in tavola sono state le seguenti giornate enogastronomiche del Cammio Ignazianao, che si sarebbe svolta ad Azpeitia il 12 e 13 maggio 2018 e dove si poteva trovare uno stand con prodotti rappresentativi di altri territori del Cammino, degustazioni di sidro , visite guidate della città, ecc.


Instagram Youtube Facebook Twitter